Come decido dove mettere le Call To Action? Se vuoi ottenere la massima potenza dalle call to action devi metterle in posti che siano perfetti per loro. Già, ma dove?

10 punti chiave in cui mettere le cta per incrementare le conversioni
10 punti chiave in cui mettere le cta per incrementare le conversioni

In questo articolo ti spiego in quali punti della pagina web (e non solo) mettere il tuo invito all’azione e ti spiego anche perchè facendo così potrai incrementare le conversioni. Non perderti nemmeno una riga di quello che ti racconterò. Ecco 10 punti chiave in cui posizionare le Call to Action:

1#. Home Page

Azione. Non mi stanco mai di ripetere che le CTA sono il cuore del sito web. Devi distribuirle attraverso le tue pagine web, in particolare nella Home Page. La home in genere è la pagina più frequentata e offre l’opportunità di dirigere il traffico verso quelle pagine specifiche in cui hai riposto le tue aspettative di guadagno

Consiglio. Ci sono scuole di pensiero secondo cui la Home dovrebbe avere almeno 3 inviti all’azione con messaggio differente rivolti a target diversi di visitatori.

2#. Landing Page

Azione. La pagina di destinazione è l’unico posto dove non devi mettere CTA. La landing page deve dire tutto sull’offerta per cui gli utenti interessati hanno cliccato la CTA e deve dargli ogni occasione di convertirsi (fare un acquisto, abbonarsi, prenotare, ecc).

Rimuovi tutti gli elementi di distrazione:

  • menù e link che portano fuori da quella pagina
  • banner
  • immagini non contestuali
  • chiamate all’azione

Consiglio. Non devi confondere nè distrarre i visitatori che sono dentro la tua landing page. Devono morire lì.

3#. Pagine Interne del Sito

Azione. Se le Call to Action si trovano su pagine del sito che non fungono da landing page, allineale al contenuto e alla fase del ciclo di vendita:

  • Un visitatore che si trova sulla pagina prodotto è già avanti nel processo di vendita; se gli proponi la prova gratuita di un prodotto rischi di disinteressarlo all’acquisto: l’utente cliccherà sulla CTA ma in questo caso perderai una vendita.
  • Un visitatore che si trova sulla pagina Chi Siamo, come quella di Site Inside agenzia web Padova,  non è ancora entrato nel processo di vendita; la CTA che offre un prodotto gratuito da testare può essere una buona idea.

Consiglio. Devi mettere una chiamata all’azione nelle pagine Prodotto/Servizio, Chi siamo, Contattaci, altrimenti il visitatore deciderà da solo cosa fare. Tu invece devi aiutarlo a decidere cosa fare dopo e guidarlo dove tu vuoi che vada.

posiziona le call to action in modo da portare il visitatore dove vuoi tu - photo credits vwo.com
posiziona le call to action in modo da portare il visitatore dove vuoi tu – photo credits vwo.com

Se sei bravo, riuscirai a fare in modo che ogni pagina del tuo sito aiuti i visitatori a capire che cosa fare come prossimo passo.

4#. Dentro al contenuto scaricato

Azione. Hai messo l’Invito a scaricare un Ebook? Se qualcuno ha già avuto un vantaggio scaricando il tuo ebook o un video corso puoi dargli un valore aggiunto con altri contenuti correlati, ad esempio una prova gratuita o una consulenza.

Consiglio. Metti sempre questi inviti all’azione all’interno dei tuoi ebook, video, infografiche. Ad esempio possono essere inviti a provare nuovi corsi o ad acquistare dei libri di approfondimento.

5#. Nelle presentazioni

Azione. Parli a conferenze o ad eventi? Metti una CTA direttamente all’interno della tua presentazione. Ad esempio tramite i codici QR puoi portare il tuo pubblico ad una pagina specifica e dare loro approfondimenti sulle tematiche di cui stai parlando ed altre informazioni sulla tua azienda.

Consiglio. Non dimenticare di archiviare le slide della presentazione sul tuo sito web o su di una piattaforma come SlideShare per rafforzare il tuo contenuto.

6#. Il tuo Blog

Azione. Metti una Chiamata all’azione nella colonna laterale del tuo blog e su ogni articolo che pubblichi.

Le CTA nella colonna laterale del blog devono incoraggiare a:

  • Scaricare un contenuto
  • Seguirti sui Social Media
  • Iscriversi al Blog
  • Iscriversi alla Newsletter

Le Call to Action interne ai post devono invece essere pertinenti e contestuali. Se ad esempio hai scritto un articolo sulla gastronomia, la call to action alla fine del post può essere inerente alla prenotazione di un corso di cucina.

Consiglio. Oltre alla classica CTA sotto forma di pulsante usa anche una CTA testuale all’inizio, al centro e alla fine di ogni articolo.

#7. Email Marketing

Azione. Ogni email che invii deve includere un invito all’azione:

  • L’oggetto è la prima chiamata all’azione, quella che determina l’apertura del messaggio.
  • Il corpo del messaggio deve contenere un link all’inizio, uno in mezzo e uno alla fine. Questi link porteranno a una stessa landing o a landing diverse.
  • Includi una CTA nella firma della tua e-mail personale e incoraggia anche i tuoi collaboratori a farlo, in particolare quelli del team commerciale.

Consiglio. Ricorda che i destinatari che cliccano su link eseguono di fatto una call to action. Ad esempio potresti incoraggiare i lettori a iscriversi alle tue pagine Social.

#8. Nei Video

Azione. Includi un invito all’azione in tutti i video che produci. In questo caso la CTA deve includere indirizzi web semplici e facili da ricordare perchè se qualcuno incorpora il tuo video sul proprio sito web, al di fuori del contesto di YouTube, la tua CTA rimane intatta e mantiene il suo senso.

Consiglio. Includi una CTA anche nella descrizione del video.

#9. I media a pagamento

I media a pagamento comprendono una gamma di servizi e formati, come i banner, i publiredazionali e Google AdWords. Ogni annuncio a pagamento deve includere un invito all’azione coerente con la pagina di atterraggio.

#10 Sui Social Network

Azione. In tutti i social puoi pubblicare testi e immagini che contengono una CTA. Sfrutta anche le diverse opportunità che offrono:

Facebook

  • le pagine aziendali con schede personalizzate
  • Facebook Ads
  • le notizie sponsorizzate
  • i messaggi in bacheca sulla tua pagina.

Twitter

Personalizza il tuo sfondo Twitter per includere un semplice invito all’azione. Gli sfondi non sono cliccabili, però puoi inserire un indirizzo web facile da ricordare nell’immagine di copertina. Sfrutta i tuoi tweet come CTA mettendo sempre un link.

la cover che ho realizzato per il mio Twitter e Google Plus
la cover che ho realizzato per il mio Twitter e Google Plus

Consiglio. Ricorda che i verbi sono la parte del discorso che genera il maggior numero di azioni. Gli aggiornamenti di Twitter che includono verbi vengono più condivisi rispetto agli altri tweet.