È venerdì sera e finalmente puoi rilassarti sul divano davanti a un bel film. Scorri pigramente le offerte dello Sky di turno per trovare qualcosa che ti piaccia, finchè…

Avanti, avanti, avanti… Oh e questo?

 

Cosa ti ha fatto fermare su quel film?

Probabilmente l’immagine di copertina oppure il titolo associato a quell’immagine. Di certo la descrizione del film e le recensioni avranno incoraggiato la tua decisione finale di guardarlo o meno ma l’immagine ed il titolo del film sono i motivi per cui sei stato attratto e che ti hanno indotto finalmente a leggere la descrizione.

 

Cosa ci fa prendere decisioni su una pagina web?

Le prime impressioni. Le prime impressioni sono quelle che contano e questo vale sia quando si tratta di cercare un film tra centinaia di possibilità che quando si tratta di ricerche online.

Le prime impressioni sul sito web vengono registrate dal cervello in modo inconscio nel tempo di un battito di ciglia. Di queste impressioni, il 94% riguardano la progettazione.

 

Delle prime impressioni dei visitatori, il 94% riguardano proprio la progettazione della landing page

 

Ciò significa che una landing page ha molte possibilità di lasciare un’ottima prima impressione sui visitatori quando appare professionale e visivamente attraente. Inutile dire che questo migliora sensibilmente i tassi di conversione.

 

Hai idea di come sia una Landing Page professionale?

Una landing page è una pagina web autonoma, in grado di sussistere senza un sito web a monte. Questa pagina utilizza elementi persuasivi per convincere i visitatori ad accettare un’offerta come ad esempio l’acquisto di un prodotto, il download di un ebook, l’iscrizione alla newsletter o la registrazione ad un corso.

 

Esempio1. Per capire come sono fatte le pagine di destinazione ottimizzate per le conversioni riporto prima un esempio di pagina mal progettata:

Site Inside realizza landing page ottimizzate a Padova, Vicenza, Venezia, Treviso

L’obiettivo di questa landing è scaricare una guida. Ma perchè mai dovrei scegliere di dare la mia preziosa email in cambio di un file di cui vedo solo una banale copertina?
Mi mancano tutte le informazioni per capire che cosa contiene la guida e quali vantaggi ne posso trarre.

 

Esempio2. Anche questo secondo esempio non è ben progettato:

Site Inside crea Landing Page professionali a Padova, Venezia, Vicenza, Treviso

La landing dell’immagine sopra riportata ha invero delle potenzialità: c’è un titolo, c’è un gradevole elenco puntato, c’è un modulo per ottenere contatti e persino la testimonianza di un cliente.

Cosa manca allora per l’ottimizzazione di questa pagina web?

Site Inside ha effettuato un’analisi di usabilità su questa landing page: mancano Ordine, Leggibilità e Spazialità, i tre pilastri che deve conoscere chi si occupa di realizzazione siti web curando la user experience. 

Basta osservare che i paragrafi non sono staccati gli uni dagli altri e l’interlinea è troppo ravvicinata. Inoltre il modulo contatti è poco separato dal resto della pagina ed al suo interno i campi sono anch’essi poco spaziati fra loro.

 

Esempio3. L’esempio seguente è tutto il contrario dei precedenti e lascia sicuramente un’impressione di gradevolezza, ordine, organizzazione e leggibilità:

Site Inside crea landing Page che convertono, a Padova, Venezia, Vicenza, Treviso

Alla ricerca dell’obiettivo primario di una landing Page

Cominciamo adesso ad analizzare una landing page ma prima ancora ti faccio una domanda: qual’è l’obbiettivo principale di una pagina di atterraggio?

Se hai risposto ottenere nuovi contatti sappi che hai sbagliato.

 

L’obbiettivo principale delle landing page è convincere le persone che il prodotto o servizio reclamizzato siano la soluzione migliore – se non l’unica! – al loro problema.

 

Sembra facile a dirsi, quasi ovvio, ma la persuasione è veramente un’arte…

In realtà Site Inside può darti delle linee guida: per incrementare le conversioni sulla pagina landing bisogna sfruttare al massimo gli elementi chiave che la costituiscono.

Li trovi elencati qui sotto.

 

Elementi di una landing page estremamente persuasiva

#1. Titolo significativo

Proprio come il titolo di quel film che ha suscitato il tuo interesse e ti ha indotto a volerne sapere di più, anche il titolo della tua pagina di destinazione dovrebbe fare lo stesso con i tuoi visitatori. Devi escogitare un titolo capace di catturare subito la loro attenzione e attirarli ad esplorare la tua pagina web.

Ma come fai a creare un titolo efficace al punto da generare una fantastica prima impressione sui visitatori della tua landing page?

Qualunque sia ciò che promuovi nella tua pagina di destinazione, è fondamentale che il titolo:

  • si riferisca a quello che scrivi nel paragrafo che segue;
  • non sia ambiguo
  • mostri i vantaggi dell’offerta che stai promuovendo in modo che i lettori capiscano chiaramente che vale la pena eseguire i tuoi inviti all’azione
  • deve essere grande e ben visibile nella pagina.

 

Esempio1. Ecco un esempio di landing page con titolo ben visibile, empatico e chiaro: parla di dolore alla schiena e della soluzione per toglierlo. E’ facile notarlo perchè è scritto con il carattere più grande di tutta la pagina:

Campagne con Landing page a Padova, Venezia, Treviso, Vicenza

Esempio2. Questo secondo esempio è di un titolo immediatamente visibile, chiaro e semplice perchè spiega i vantaggi dell’acquisto di un software documentale in termini di minor tempo e fatica:

Consulenze per Landing Page Ottimizzate a Padova, Venezia, Vicenza, Treviso

#2. Parole dirette

Le persone atterrano sulla landing page con l’intento di arrivare diretti al punto di loro interesse. Non tormentarle con grandi blocchi di testo uniformi e fitti di parole: basta riuscire a trasmettere i vantaggi di un’offerta con il minor numero possibile di parole.

Il testo della landing page deve riuscire ad evidenziare le informazioni più importanti attraverso l’uso di elenchi puntati, paragrafi brevi e termini chiave in grassetto. In questo modo il testo risulta facilmente esplorabile dagli utenti che saranno sicuramente contenti di non doversi sforzare a cercare quello che è di loro interesse.

Un’ altra regola importante è quella di non elencare banalmente le funzionalità di un prodotto ma di fornirne direttamente i vantaggi. I potenziali clienti sono infatti più interessati a come l’offerta li aiuterà a risolvere il loro problema.

E’ proprio questo il motivo per cui è bene preferire la forma di comunicazione diretta “tu” e “tuo”, per mostrare empatia verso il problema dei lettori .

 

Esempio3. Questo è un esempio di testo incentrato sugli utenti, si vede dal titolo e nel testo dell’invito all’azione sul il bottone verde. Sotto il titolo è scritta la lista dei vantaggi.

Copywriting per landing page a Padova, Venezia, Vicenza, Treviso, Venezia

#3. Moduli di contatto ottimizzati

I moduli contatto sono il modo principale che hanno le landing page per ottenere email o telefono dei visitatori.

Ecco alcune regole basilari per la creazione di una form perfettamente ottimizzato:

  • Chiedi solamente informazioni essenziali ai tuoi lettori, in modo da non intimidirli e impedire loro di compilare il modulo. Meno si chiede e più è probabilmente convertire.
  • Se devi richiedere molti dati, suddividi il modulo in più step: gli utenti saranno più propensi a compilare pochi campi alla volta piuttosto che un lungo form intimidatorio.
  • Il modulo per la generazione di contatti va posizionato in punti strategici della pagina. Questo non significa necessariamente nell’area di maggior visibilità (sopra la piega ovvero nella prima schermata, dove la pagina web si vede senza dover scrollare).

 

Dove mettere il modulo contatti nella landing page dipende dalla tua offerta. Site Inside applica una regola che ci viene dall’esperienza:

nelle schermate più nascoste che si ottengono scrollando la pagina è meglio mettere un’offerta costosa, complessa o che richiede un certo impegno decisionale. Il motivo di questa scelta è che gli utenti hanno modo di leggere delle argomentazioni prima di dover affrontare la scelta se compilare o meno il modulo.

In alternativa è possibile creare un modulo che scrolli assieme alla pagina, come quello che abbiamo studiato per il blog di Site Inside. Questa soluzione ci ha portato un incremento delle conversioni del 30%:

 

Site Inside ha usato un modulo contatti che scrolla insieme alla pagina ottenendo con un incremento del 30% delle conversioni

 

Site Inside realizza landing page a Padova, Vicenza, Venezia, Treviso

#5. Invito all’Azione della Landing Page

L’invito all’azione è l’ultimo passo per convincere gli utenti ad accettare la tua offerta perciò deve distinguersi da tutto il resto della pagina.
Ecco come creare il miglior pulsante di invito all’azione per la tua landing page:

Posiziona l’invito all’azione con le stesse regole del modulo contatti. Presentare la Call to Action troppo presto può ridurre le conversioni; dovrebbe invece comparire solo dopo aver presentato e spiegato l’offerta.

Abbi particolare cura del testo che scrivi sul pulsante: non limitarti a Invia o Scarica o Registrati perchè si tratta di parole noiose e vaghe che troppo spesso le persone sono abituate a vedere. Per convincere la gente a convertirsi, il testo deve essere persuasivo e attraente.

Come fai a scrivere un invito persuasivo e attraente?

Bisogna descrivere ciò che si ottiene cliccando quel pulsante e bisogna farlo in modo personale e diretto.

Esempio4. Osserva questo esempio:

Site Inside crea Landing Page che portano contatti, a Padova e tutta Italia

Il pulsante è ben visibile, si stacca da tutto il resto; il testo sul pulsante utilizza la personalizzazione tramite il possessivo “mio” diretto empaticamente all’utente e una nota attraente data dal termine “free”.

#6. Gli Indicatori di fiducia della Landing Page

Per poter ottenere più conversioni devi dimostrare ai visitatori della landing che possono affidarsi al tuo brand. Per farlo è necessario utilizzare nella pagina gli indicatori di fiducia.

Cosa sono indicatori di fiducia?

  • Dati statistici. Usa dove puoi, nel titolo, nel sottotitolo e nel testo, dati statistici che possano sostenere che il tuo prodotto o servizio possa risolvere il problema delle persone.
  • Testimonianze. La condivisione di esperienze positive da parte di clienti effettivi è uno degli indicatori di fiducia più potenti.
  • Segni di autorevolezza. I loghi dei clienti, i premi da altri siti web e altro ancora. Ad esempio, mostrare i loghi di aziende riconoscibili e affidabili rende le prospettive a pensare, “Wow, hanno aiutato tutte queste altre aziende ben note! Dovrei fare affari anche con loro! “
  • Privacy Policy. Sono gli unici link ammessi in una landing page perchè fondamentali dal punto di vista legale e anche rassicurativo per il cliente. Per non uscire dalla landing potrebbero essere visualizzate come pop up.
  • Metodi di Pagamento. Se la landing ha  lo scopo di vendere dei prodotti o servizi, i loghi di Paypal o di altre carte di credito sono un modo per rassicurare gli utenti.

 

Conclusioni: cosa posso effettivamente fare nella mia Landing Page?

Ogni landing page richiede un progetto specifico. Potresti infatti avere dati statistici interessanti oppure potresti essere così fortunato e bravo da avere alcune testimonianze… ma molte volte purtroppo questi elementi non sono disponibili, specie se si tratta di startup o di micro imprese.

Se rientri in queste categorie, non ti devi scoraggiare perchè la campagna con landing page può andare avanti ugualmente molto bene: devi però ottimizzare ciò che hai a disposizione.

Contatta Site Inside, possiamo aiutarti ad ottimizzare le tue conversioni!