I testi dei siti web usabili devono essere progettati per l’esplorazione. Ma cosa vuol dire esplorare il sito web? In questo post spiego come sia possibile facilitare l’esplorazione di una pagina web attraverso la scrittura e un’idonea struttura del testo in modo da gestire il comportamento del lettore e guidarlo (dove vorremmo) attraverso il sito.

L’esplorazione è una lettura veloce a salti e bocconi attraverso la quale il visitatore cerca di farsi un’idea di quello che sta scorrendo con gli occhi finchè trova qualcosa che attira la sua attenzione e si sofferma per poi riprendere a guardare.

L’esplorazione in fase di lettura è un comportamento naturale. Lo facciamo tutti quando leggiamo qualcosa di diverso da un romanzo in fase di relax.

l'esplorazione dei testi di una pagina web rilevata dalla tecnica di eye tracking
l’esplorazione dei testi di una pagina web rilevata dalla tecnica di eye tracking, il tracciamento dei movimenti degli occhi di chi osserva una pagina web</figcaption

Fermare lo scorrimento visivo del lettore in un punto chiave in cui è presente un messaggio o un invito all’azione per noi importante, deve essere il nostro obiettivo e possiamo riuscirci guidando la sua esplorazione.

Come guidare gli utenti nell’esplorazione del sito web?

Un buon metodo per guidare gli utenti a leggere i nostri siti web – anche ecommerce – e portarli dove vogliamo noi è la suddivisione del testo in tanti brevi paragrafi etichettati da un titolo chiave.

Soffermiamoci un momento sulla mia frase per evidenziare 4 parole: paragrafi etichettati e titolo chiave. Questo parole racchiudono il segreto del successo di un contenuto dal punto di vista dell’esplorazione della pagina. Vediamo di seguito per quale motivo.

1#. Ordine e spazio

Se diamo aria alla pagina inserendo spazi tra i vari paragrafi il lettore avrà l’impressione di ordine, organizzazione e facilità di orientamento. Sarà facilitato nel suo compito e quindi seguirà più volentieri il nostro discorso testuale.

Brevi paragrafi

Brevi paragrafi si leggono meglio ma soprattutto il lettore riesce a classificare rapidamente se quel pezzo di testo gli serve oppure no. In questo modo agevoliamo l’esplorazione dell’utente e riusciamo a guidarlo attraverso la pagina sino a scorrerla tutta.

2#. Etichettare i paragrafi con i titoli

I paragrafi non devono essere lasciati nel vuoto, devono essere etichettati attraverso un titolo che ne descriva il contenuto. Il lettore non dovrà perder tempo a leggere il paragrafo per capire se dentro ci sono le informazioni che gli interessano. Gli basterà guardare il titolo.

Il titolo quindi è fondamentale e non parliamo solo del titolo principale della pagina web. Stiamo parlando dei titoli dei paragrafi.

I paragrafi devono avere un titolo etichetta che contenga un riassunto concentrato del paragrafo e nello stesso tempo sia attraente.

Complesso vero? Indubbiamente dobbiamo meditare esercitarci prima di scrivere il titolo perfetto.

Un esempio

Supponiamo di avere questo paragrafo: …I paragrafi non devono essere lasciati nel vuoto, devono essere etichettati attraverso un titolo che ne descriva il contenuto. Il lettore non dovrà perder tempo a leggere il paragrafo per capire se dentro ci sono le informazioni che gli interessano. Gli basterà guardare il titolo.

Potremmo scrivere questo titolo riassuntivo:

Etichetta i paragrafi con titoli chiave

Se volessimo renderlo più accattivante potremmo scrivere:

Vuoi un testo irresistibile? Etichetta i paragrafi con titoli chiave

3#. Impegno e creatività

Strutturare il testo è un compito che si può fare facilmente con l’impegno e la pignoleria. La creatività è invece una dote e non tutti sono portati.

Eppure è importante mettere dell’attrattiva nei nostri titoli perchè servirà a fermare l’esploratore dal suo inesorabile scorrimento frettoloso.

Un trucco per ottenere titoli che attirano il lettore

Io suggerisco sempre un trucchetto al pubblico dei miei seminari: procuratevi qualche magazine. Gli editori – e anche i copywriter a Padova di Site Inside – fanno questo tutto il giorno, creano titoli di copertina mirati a far comprare la rivista. Se il lettore in edicola snobba la rivista, l’editore fallisce.

i magazine come spunto per i titoli
i magazine come spunto per i titoli

Anche se le parole usate nel magazine non riguardano il vostro core business, la struttura della frase, il tono, il ritmo, sono fonti preziose d’ispirazione.

Un sistema più pratico e scientifico per individuare titoli in grado di catturare l’attenzione dell’utente è utilizzare Google Trends e Google Ricerche correlate.