Cosa dobbiamo fare quando le Call To Action diventano un ostacolo tra gli utenti e l’obiettivo di vendita? Ecco 10 semplici Tecniche per ottimizzare le Chiamate all’Azione

le Call To Action ottimizzate non hanno ostacoli tra gli utenti e l'obiettivo di vendita

Fare click su di un pulsante sembra una decisione molto semplice da prendere eppure ci sono dei fattori che la fanno sentire complicata. Quanto grande dovrebbe essere il pulsante? Di che colore? Cosa devi scriverci? Dove bisogna metterlo? Ecco le mie tecniche per ottimizzare le call to action in modo che la decisione di far click diventi più facile.

Se non sai cosa sono le Call To Action, o CTA, ti invito a leggere prima le nozioni basilari sulle Chiamate all’Azione.

Vediamo ora come eliminare tutti gli ostacoli tra la CTA e i tuoi utenti attraverso questa pratica checklist di 10 punti:

#1 Rendila chiara

La Call To Action deve descrivere chiaramente la tua offerta. Esempio, se offri un ebook su come rendere gli alberghi più confortevoli devi scrivere una CTA del tipo: “Scarica l’ebook gratuito su come rendere gli alberghi più confortevoli“. Puoi anche rivelare alcuni dettagli per invogliare i visitatori ad agire.

#2 Fai in modo che risalti

Se la Call To Action si confonde con il resto della pagina verrà ignorata. Usa dei colori in contrasto con quelli del tuo sito web in modo che si distingua da tutto il resto. Il colore da usare dipende molto dal target perchè ogni audience ha le sue preferenze. Il pulsante non deve essere enorme ma se è troppo piccolo rischia di essere ignorato. Una buona dimensione del pulsante è intorno a 225 x 45 px.

#3 Fai in modo che sia orientata all’azione

Inizia la Call To Action con un verbo come “scarica” o “registrati“, che rende chiaro quale azione dovranno compiere gli utenti sulla pagina di destinazione. Il testo del pulsante deve dire alle persone cosa aspettarsi.

Esempio. Firefox ha cambiato il testo del suo pulsante da Prova Firefox 3 a Download Now – Free perchè c’è molta differenza tra Provare e Scaricare un programma.

Scarica ora, Inizia oggi e Prova la tua versione gratuita, sono tutti esempi di chiamate all’azione potenti. Prova diversi verbi e monitora le reazioni degli utenti sino a trovare quello che piace di più al tuo pubblico.

#4 Metti la CTA nella parte più visibile della pagina

Assicurati che i visitatori del sito possano vedere la tua Call To Action senza dover scorrere la pagina. Quando decidi dove mettere il tuo pulsante, pensa a come scorre la pagina: la Call to Action segue il tuo sguardo? Si colloca nella parte della pagina che possono vedere i visitatori senza dover scrollare?

#5 Contestualizza le CTA

La Call To Action deve essere inerente alle informazioni della pagina in cui si trova. Deve sostenere e rafforzare il messaggio alla base del tuo contenuto. Esempio, il copywriting di un Invito all’Azione sulla tua pagina Chi Siamo dovrà essere diverso da quello di una CTA in una Scheda Prodotto.

#6 Allinea le Call To Action

Scegli le CTA di un post in base al contesto in cui lo pubblichi. Esempio: hai scritto degli articoli che parlano di Dolci e altri che parlano di Vino. Sui post di Dolci puoi mettere un Invito a scaricare un ebook di ricette per dessert; sui post che parlano del Vino puoi invece promuovere un Corso per Sommelier. In questo modo crei un allineamento tra le tue call to action.

#7 Allineale alle Landing Pages

Le landing page sono le pagine di destinazione, quelle in cui gli utenti atterrano dopo aver cliccato sulla call to action. Più le CTA sono allineate con le landing page e più è alto il tasso di conversione. Esempio: se nella Landing Page parli di cose troppo diverse da quello che avevi promesso nella chiamata all’azione, confondi i visitatori e li induci a lasciare la pagina.

Call to action e pagine di destinazione sono strumenti di conversione che lavorano insieme e devono lavorare insieme con continuità e in sinergia.

Riprendiamo l’esempio di prima su Firefox: Prova Firefox 3 a Download Now – Free. In questo esempio, la scelta delle parole ha influito sulle decisioni degli utenti. Se dico Download gli utenti sanno che scaricheranno qualcosa, se dico Prova e poi faccio fare un download nella pagina di destinazione, gli utenti non se lo aspettano e possono rinunciare.

#8 Ottimizza la Landing Page

Un invito all’azione indirizza il traffico a una pagina di destinazione ma tu hai bisogno che questo traffico si converta in leads e quindi devi ottimizzare anche le pagine di destinazione. Puoi farlo sperimentando diversi design della pagina, diverse immagini e diversi testi.

#9 Crea una CTA contestuale ad ogni fase del ciclo di vendita

Le varie offerte si rivolgono a diversi segmenti di traffico che visita il tuo sito. Una risorsa gratuita potrebbe andar bene per un visitatore che non è ancora entrato nel ciclo di vendita mentre una consulenza gratuita è più adatta ad visitatore che è già entrato nel ciclo di vendita.

Per catturare la massima quantità di traffico che arriva sul tuo sito devi intessere una vasta rete di CTA. Ti consiglio di mettere almeno 3 Call To Action nella tua Home page, una per ciascuna delle 3 fasi del ciclo di vendita: Prima, Durante e Dopo.

#10 Fai dei Test

Le Call To Action devono essere testate per vedere cosa coinvolge di più i tuoi visitatori. Prova differenti messaggi, i colori, il posizionamento sulle pagine. Vedi quale variante porta più traffico alle tue pagine di destinazione. Fai un monitoraggio di tutte le varianti utilizzando dei sistemi di statistica ma ti consiglio di provare al massimo 2 cambiamenti per volta altrimenti non riesci a capire cos’ha portato a preferire una variante piuttosto che un’altra.

Con Site Inside ottieni il massimo dalle tue pagine web! Contattaci

Approfondimenti sulle Call To Actions

# Nozioni fondamentali sulle CTA: Call To Action: informazioni di base
# Scegliere i pulsanti: Casi Studio di Design e Copywriting semplici e performanti