L’utilizzo di password è fondamentale per proteggere i nostri dati quando navighiamo su Internet. Molti di noi, però, hanno la tendenza a non cambiare mai le password create e, anzi, ad usare sempre la stessa ogni volta che dobbiamo registrarci su qualche sito web. Comprensibile, dato che ricordarsi tutte le password create è difficile.

Una porta per gli hacker

Sappiate però che usare la stessa password per tutto lascia una porta aperta agli hacker che possono scoprire la nostra password attraverso l’illecita intrusione in una pagina web a cui ci siamo registrati.

Ecco allora che l’hacker può semplicemente provare a utilizzarla in giro per il web e rubarci l’identità o peggio ancora accedere a conti correnti, carte di credito, e in generale informazioni private e riservate.

Come Windows 8 e Internet Explorer 10 proteggeranno gli utenti

Il gruppo di lavoro sulla sicurezza di Microsoft ha annunciato che Windows 8 e Internet Explorer 10 adotteranno un approccio semplice e sicuro, lasciando che gli utenti registrino tutte le password che vogliono, anche molto complesse, in giro per il web. Per farlo però bisognerà utilizzare il Browser Internet Explorer 10; sarà questo browser, infatti, a conservare e custodire tutti questi dati sensibili e a riproporveli in modo automatico quando vi ricollegherete ai siti con accesso riservato (ossia protetti da password).

Come devono essere le password sicure?

Ricordatevi di impostare password complesse, utilizzando numeri e lettere maiuscole e minuscole. Cercate di farle lunghe più di 6 caratteri.

E fate attenzione che molti programmatori creano pagine web specifiche per la registrazione (moduli di registrazione online) degli utenti ma non fanno sufficienti controlli sui dati immessi.. il che significa  che proprio da quei moduli gli hacker possono partire inserendo codice nocivo che ha lo scopo di corrompere il database del sito web e carpirne le informazioni (compresi i dati degli utenti registrati sul sito).

Questo, a mio avviso, è un motivo in più per utilizzare password diverse, magari con un indirizzo email creato appositamente per registrarsi su siti web sconosciuti e di cui non avete mai sentito parlare.