La leggibilità di un sito web contribuisce a generare un impatto emotivo positivo nei visitatori perchè non hanno bisogno di usare il binocolo o di giocare a nascondino per trovare le informazioni di cui hanno bisogno. Ma se leggere i testi di un sito web per te non è un problema, pensa che può esserlo per mezzo milione di italiani. Un’audience bella ampia vero?

grafico di leggibilità sulla velocità di lettura dei font. Il sans serif a 14 punti è più veloce da leggere
la leggibilità del sito web contribuisce ad ampliare l’audience

Cos’è la leggibilità di un testo web?

La leggibilità è il grado di decifrabilità di una scrittura ed è legata in modo indissolubile a come hai deciso di rappresentare graficamente il tuo testo.

La leggibilità serve a veicolare il messaggio ad un target molto ampio

Se vuoi trasmettere un messaggio efficace non basta lavorare sul testo. Bisogna fare anche in modo che quello che scrivi sia facilmente leggibile dalle persone anziane e da chiunque abbia disturbi alla vista, compresi tutti quelli che portano gli occhiali.

L’età media della popolazione si è innalzata ed è cresciuto anche il livello culturale dei navigatori del web. Questo significa che gli utenti delle tue pagine web sono esigenti, vogliono leggere, vogliono cercare molte informazioni ed è più probabile che abbiano difficoltà visive.

I testi di un sito web devono essere leggibili per tutte le persone.

Puoi facilitare la lettura degli ipovedenti costruendo delle pagine apposta per loro, con caratteri grandi e ben contrastati con lo sfondo, almeno per le pagine principali. Tieni presente però che esiste anche un target di lettori con lievi problemi visivi e tra queste persone molte sono giovani e grandi utilizzatori di internet.

Questo target si trova comunemente a dover leggere pagine web scritte in caratteri piccoli, con un interlinea minima e colore chiaro su sfondo chiaro, come giallo su bianco o bianco su grigio chiaro.

Cos’è la velocità di lettura di una pagina web?

La velocità di lettura è definita come il numero di parole lette al minuto e dipende da persona a persona ma puoi ritenerla una costante se i caratteri sono grandi e in contrasto rispetto allo sfondo.

La dimensione del carattere è direttamente proporzionale alla leggibilità del testo; significa che il tuo utente è più contento quando il carattere è grande perchè riesce a leggere velocemente. Se invece il testo è poco leggibile, la velocità di lettura diminuisce e cresce l’insoddisfazione del lettore.

Un testo poco leggibile richiede al tuo lettore uno sforzo visivo e di concentrazione ed un impegno più lungo in termini di tempo.

Uno studio sulla leggibilità e la preferenza dei font [Boyarski, D., Neuwirth, C., Forlizzi, J., Regli, S. H. (1998). A study of fonts designed for screen display.] ha dimostrato che i font a 12 punti Sans Serif rallentano la lettura mentre l’uso dei font 14 punti Serif è risultato il migliore perchè favorisce la leggibilità:

grafico di leggibilità sulla velocità di lettura dei font. Il sans serif a 14 punti è più veloce da leggere
grafico di leggibilità sulla velocità di lettura dei font. Il sans serif a 14 punti è più veloce da leggere

Pensa a quanto aumenterebbe la tua audience semplicemente ingrandendo i caratteri dei testi rispetto ai siti concorrenti!

Una ricerca sui deficit visivi ha dimostrato che il 75% delle persone che vedono meno di 5 decimi riuscirebbe a leggere senza difficoltà un testo con carattere doppio rispetto a quelli che in media si incontrano nelle pagine web pubblicate.

Se applichi questa percentuale alla popolazione italiana scopri che ben mezzo milione di persone avrebbero la possibilità di utilizzare con soddisfazione i siti web.

Conclusioni

Gli utenti sono contenti quando non debbono sforzare gli occhi per leggere. Ad esempio, ci sono alcuni accorgimenti che si devono mettere in pratica per ottimizzare la leggibilità sullo schermo. Anche a Site Inside che realizza siti web a Padova ottimizzati per i motori di ricerca e l’usabilità, dice sempre ai propri clienti che scrivere testi in caratteri piccoli non è un buon investimento proprio perchè una buona percentuale di lettori non è poi in grado di leggerli.